7 migliori film sui velisti
Denis Korablev
  • 07.12.2020
  • 208

7 migliori film sui velisti

In inverno, quando finisce la stagione nautica, non tutti hanno l'opportunità di recarsi nelle calde regioni tropicali per viaggiare su uno yacht. Pertanto, per far fronte alla voglia di mare e allietare il tuo tempo libero, il team 2yachts consiglia di guardare film sul mare avventure e yacht.

Nel corso della storia dell'umanità, i viaggi per mare e le navi sono diventati la base per libri e film affascinanti. Dopotutto, tutti possono facilmente ricordare molte opere famose su questo argomento, ad esempio l'Odissea di Omero o I figli del capitano Grant di Jules Verne. Nonostante non ci siano così tanti film sulla vela e sulla nautica da diporto nel cinema straniero, ci sono film che possono facilmente sostituire le emozioni dello stare in mare e permetterti di evadere dalla vita di tutti i giorni. Sono film sull'eterno confronto tra l'uomo e l'elemento mare. Speriamo che guardare ciascuno dei film presentati in questo articolo non solo ti faccia piacere, ma ti permetta anche di imparare molte cose nuove e informative sulla nautica da diporto.


La speranza non svanirà (2013)

Hope Will Not Fade, un film d'avventura diretto da JC Chandor, racconta la storia avvincente della lotta disperata di un capitano di uno yacht in alto mare, che, per volontà del destino, si è ritrovato sull'orlo della morte. Il ruolo principale è interpretato dall'attore Robert Redford, che ha svolto un ottimo lavoro. È l'unico personaggio del film e, secondo i critici cinematografici, questo è il miglior ruolo di tutta la sua carriera.

Secondo la trama, il personaggio principale del film, un uomo-yacht alto, intraprende un viaggio da solo su uno yacht di lusso lungo le calde e calme acque dell'Oceano Indiano. Tuttavia, l'apparente calma è improvvisamente sostituita da eventi orribili che si susseguono, a seguito dei quali il velista deve sopravvivere in mare, sfidando versi feroci e non perdendo la calma nella lotta contro gli animali marini e i suoi stessi fallimenti.

Lo scafo di uno yacht a vela sfonda accidentalmente un container di metallo che passa. Il diportista deve fare ogni sforzo per riparare e mantenere lo yacht in assenza di radio e comunicazioni. L'unica speranza rimane: avvicinarsi alle rotte di navigazione, essere notati da una delle navi di passaggio. Tuttavia, il sole cocente, gli onnipresenti squali e l'avvicinarsi della fame fanno sì che il velista guardi la morte negli occhi. Pertanto, questo film può essere considerato una sorta di guida per sopravvivere in acqua e garantire la sicurezza su uno yacht.


"In balia degli elementi" (2018)

Il film del famoso regista islandese Balthazar Kormakur è uscito relativamente di recente, ma è già riuscito a raccogliere molte opinioni positive da parte degli spettatori. Questo film combina avventure in mare, immagini impressionanti di natura pittoresca e una bellissima storia della nascita di un grande amore.

Il film si basa su eventi reali e racconta l'incontro nel 1983 al largo di Tahiti di due personaggi principali - il marinaio britannico Richard e l'americano Tami sull'isola, che in seguito conobbero i proprietari dello yacht di lusso "Hazaña" - Peter e Christine Crompton. Secondo la trama, la coppia Crompton deve volare urgentemente a Londra e vedono una via d'uscita dalla situazione nell'offrire a Richard la consegna dello yacht da Tahiti a San Diego, negli Stati Uniti, per una sostanziale ricompensa in denaro.

Richard accetta e insieme a Tami si ritrovano su uno yacht di lusso nelle sconfinate acque dell'Oceano Pacifico. Improvvisamente la nave viene travolta da un potente uragano e i giovani viaggiatori devono sopravvivere nelle condizioni estreme degli elementi infuriati, in potere dei quali non sono solo il loro futuro, ma anche le loro vite. "Nel potere degli elementi" è un dipinto sulla resilienza umana e il potere dell'amore.


"Vento" (1992)

Un film drammatico del famoso regista Carroll Ballard racconta la partecipazione del velista americano Will alla regata più prestigiosa del mondo - "America's Cup", in cui, nonostante tutti i suoi sforzi, perde contro l'atleta australiano.

Tuttavia, grazie all'aiuto della sua ex fidanzata Kate, riesce a mettere insieme una nuova squadra e a vendicarsi restituendo il Trofeo negli Stati Uniti. Il regista ha ricreato con successo la straordinaria atmosfera delle regate in mare. È interessante notare che il produttore esecutivo del film è il leggendario regista americano Francis Ford Coppola.


Luce del mattino (2008)

Il documentario "Morning Light" racconta una storia stimolante su un gruppo di giovani e ambiziosi velisti che hanno preso parte all'impegnativa Trans-Pacific Yacht Race Transpacific Yacht Race.

Dopo un intenso allenamento al largo della costa occidentale dell'America, danno il via a una regata che li porterà oltre 2.200 miglia da Los Angeles a Honolulu. Il film "Morning Light" è una storia sulla forza d'animo, il rapporto degli atleti in una squadra e il superamento di se stessi.


Tabarly (2008)

Il documentario Tabarly del regista francese Pierre Marcel descrive la vita del famoso velista francese Eric Tabarly. Glorioso francese e navigatore, Eric Tabarly fin dall'infanzia amava appassionatamente il mare e sapeva per certo che la sua vita in futuro sarebbe stata dedicata alla nautica da diporto.

Tabarli ottenne il suo primo successo significativo vincendo la Transatlantic Race nel 1964. Successivamente, il mitico velista ha vinto numerose vittorie in prestigiose regate ed è giustamente considerato il padre della nautica da diporto francese. Molti record furono stabiliti dal famoso velista francese, e tutta la sua vita fu dedicata al mare, mentre in mare trovò la morte.


Solitario (2013)

Il film del regista francese Christophe Offenstein è stato girato in Francia, Belgio e Spagna. In questo film, così come nel film americano Hope Will Not Fade, tutti gli eventi sono intrecciati attorno a un personaggio principale: un velista maturo di nome Jan Kermadek. Tuttavia, ci sono anche altri attori presenti e tra loro avvengono dialoghi.

Interpretato da François Cluse, nel ruolo di un velista solitario che sogna di partecipare al Vendée Globe, una regata di yacht in solitario intorno al mondo. Improvvisamente, non un giovane velista ha la possibilità di prendere parte a un evento così importante per lui - dovrà sostituire il suo amico in regata. All'inizio della regata, Jan diventa rapidamente il leader, ma il quinto giorno è costretto a fermarsi al largo delle coste brasiliane per riparare la chiglia. E in questo momento un incontro improvviso con un giovane clandestino scivolato su uno yacht (per raggiungere le coste della Francia) cambia l'intero corso della regata.


La corsa del secolo (2018)

Race of the Century racconta la vera storia del velista Donald Crowhurst, sopravvissuto al crollo della sua azienda di famiglia e che ha deciso di prendere parte alla regata mondiale per salvarsi dalla bancarotta. Partecipare a un viaggio intorno al mondo per il protagonista del film è il sogno della sua vita, inoltre, se vince la gara, riceve un premio dal quotidiano Sunday Times.

Nella storia, un marinaio dilettante del Regno Unito costruisce uno yacht con le proprie mani e intraprende un lungo e viaggio difficile da solo, in cui è supportato solo dalla moglie di Claire e dai tre figli che rimasto a terra. Senza molta esperienza e una formazione adeguata, la prestigiosa regata intorno al mondo diventa un'avventura, e in seguito la trama del film prende una piega insolita.


Se sei interessato al costo del noleggio dello yacht in una delle regioni del mondo, puoi sempre contatto con i professionisti della compagnia 2yachts. Chiamaci e i nostri esperti ti aiuteranno a trovare lo yacht dei tuoi sogni!