Sulla forza del vento in navigazione
Denis Korablev
  • 02.10.2020
  • 96

Sulla forza del vento in navigazione

Il vento nella nautica da diporto è il principale fattore considerato da tutti i diportisti. Conoscere la natura del vento, i parametri della sua presenza e l'effetto sul tempo dà la possibilità di determinare il percorso, scegliere soste convenienti, pianificare le transizioni e scegliere le tattiche quando si partecipa alle regate.

Per molto tempo, i marinai hanno detto che non è una tempesta che è più terribile per una nave in mare, ma una calma assoluta. Nonostante oggi anche i velieri siano dotati di sistemi di propulsione per arrivare al punto di partenza, senza il vento nessuna competizione perde il suo significato originario, e si perde la soddisfazione emotiva della crociera. Consideriamo cos'è il vento dal punto di vista della scienza e quali sono le sue caratteristiche.

Il vento è il trasferimento orizzontale di masse d'aria di volume considerevole con saturazione di umidità e temperatura approssimativamente uniformi. Dalle zone di maggiore pressione l'aria viene sempre trasportata verso le zone di minore pressione. Considerando le condizioni meteorologiche, i parametri del vento possono cambiare, quindi è molto importante familiarizzare con le previsioni del tempo prima della partenza.

Le correnti d'aria che soffiano costantemente in una direzione durante tutto l'anno sono chiamate monsoni e alisei. Gli alisei sono comuni vicino all'equatore e i monsoni si trovano nelle zone tropicali dell'est e del sud-est asiatico, a seconda della stagione (estate o inverno), i monsoni cambiano direzione nell'esatto contrario.

Nell'Adriatico, nel Mar Nero e in altre regioni, in inverno si forma un vento freddo chiamato "Bora" che soffia in direzione nord e a volte dura per molti giorni o addirittura settimane di seguito, creando forti onde . Nella regione del Mediterraneo, il freddo vento del sud porta il sonoro nome italiano "Sirocco". Uno dei tipi di vento più noti con cui la maggior parte di noi ha familiarità è la brezza. La brezza inizia a soffiare di giorno dalla superficie dell'acqua verso la terraferma, portando una rinfrescante frescura, e di notte cambia direzione in senso contrario.

Tempo in barca a vela

Per ogni diportista è necessaria una previsione meteorologica per tenere conto delle condizioni meteorologiche durante i lunghi viaggi in mare, che variano a seconda della posizione geografica e del periodo dell'anno. Le caratteristiche del vento influenzano la formazione del tempo in una particolare regione. Con la conoscenza delle regole di base del vento e l'osservazione costante del mutare della situazione, è più facile governare la barca e mettere a punto le vele.

Devi sapere che il vento di solito raggiunge la sua velocità massima all'ora di pranzo e al calare della notte, altrimenti il tempo potrebbe peggiorare. Come notano i velisti esperti 2yachts, con forti raffiche di vento è molto probabile prevedere guadagna, e se il vento guadagna forza dopo la pioggia, può improvvisamente arrivare una burrasca. Quando il vento si placa improvvisamente durante una tempesta, dovresti aspettarti un cambio di direzione.

Il concetto di forza del vento è molto vago, perché anche skipper esperti possono determinare la forza del vento solo fino a 7 punti sulla scala Beaufort a 12 punti, poiché poche persone hanno incontrato il vento di maggiore intensità. Molti diportisti sopravvalutano l'energia eolica, scambiando le raffiche per un flusso d'aria costante. Le raffiche acute sono molto evidenti per il velista, poiché aumentano l'angolo di rollio dello yacht e mettono anche alla prova la forza della navigazione e del sartiame della nave.

Una raffica di vento con una velocità di 60 nodi o più può ribaltare un'imbarcazione o danneggiare gli alberi, quindi le forti raffiche di vento per i viaggiatori marittimi sono molto più pericolose anche di quelle tempestose con una potenza costante. I venti di uragano spesso appaiono in modo non uniforme e i più forti si formano spesso solo in aree selezionate. Quindi, durante la stessa tempesta, uno yacht situato a una distanza di poche decine di chilometri da un'altra imbarcazione potrebbe non essere colpito da un vento burrascoso e burrascoso.

I velisti tendono ad esagerare la dimensione delle onde, poiché per confronto l'altezza dell'albero è presa in relazione all'altezza delle onde prevalenti. Gli oceanografi affermano anche che è esclusa la determinazione affidabile dei parametri delle onde solo a occhio.

Il vento può essere caratterizzato secondo le seguenti caratteristiche:

  • osservazioni presso stazioni idrometeorologiche a riva;
  • impulsi;
  • burrasca e raffica di vento.

Ci vorrà solo 1 ora per trovare la forza del vento alla stazione costiera, ma le caratteristiche esatte del flusso del vento non possono essere ottenute in questo modo, poiché la sua forza si spegne inevitabilmente a causa dell'inevitabile attrito contro la superficie terrestre.

Le raffiche di vento caratterizzano un aumento istantaneo della sua intensità, che differisce dalla durata di una burrasca (una burrasca dura più di 10 minuti). Poiché le raffiche sono insignificanti nella durata, non ha senso trovare la loro velocità sulla scala Beaufort, e solo per confrontarle con una raffica, le raffiche vengono convertite in vento.

Flurry - questo è il nome di un aumento di un livello del valore della velocità del vento che dura da 1 minuto. Poiché è più lungo di una raffica di durata, una raffica a volte contiene più di una raffica.

I venti di tempesta di 35-40 nodi sulla scala Beaufort possono essere generati per vari motivi (il più comune è una formazione di tornado vicino a un ciclone) e i messaggi di emergenza di tempesta a volte non possono essere previsti con precisione.

C'è un'intera terminologia nautica associata alle proprietà e ai tipi di vento. I termini chiave sono "sottovento" e "sopravento". Il lato sottovento è il lato in cui soffia il vento, il lato sopravvento è il lato da cui soffia. Un modo per determinare la direzione del vento è la posizione della banderuola fissata alla parte superiore dell'albero. In caso di vento variabile o molto debole, questo metodo non funziona, e quindi il velista deve prestare attenzione alle increspature dell'acqua, alberi, bandiere e martinetti sulle navi vicine, nonché ai nastri sottili legati alla vela o alle sartie ("stregoni ").

Corsi di vento

Relativamente al vento, la rotta della nave è determinata dall'angolo formato dalla direzione del flusso d'aria e da una linea tracciata chiaramente al centro lungo l'intera lunghezza della nave. Le rotte con vento variabile possono essere piene e taglienti e più la rotta è tagliente, maggiore è la velocità. Una rotta completa può significare venti che sono quasi ad angolo retto o ad angoli ottusi rispetto al percorso dello yacht.

Ci sono 3 principali percorsi completi: gulfwind con un angolo di prua del vento da 80 a 100 gradi, backstag con un angolo di prua del vento da 100 a 170 gradi) e fordewind (dall'olandese Voor de wind), quando il vento soffia nella poppa della nave con un angolo di oltre 170 gradi. e non sarai in grado di raggiungere l'alta velocità. Determinando la rotta, puoi regolare abilmente le vele per sfruttare al meglio il vento.

Virata

Se ti trovi nella cosiddetta "zona morta" (o leventica) e devi spostarti in una posizione situata sul lato sopravvento - si usa la virata, spostando a zigzag la rotta di bolina verso il basso al vento ( tacca variabile). Quando si cambia virata, è necessario effettuare una virata (in due modi possibili): overstag o fordewind. Un turn overtag di bolina, viene effettuato quando la prua dell'imbarcazione attraversa la linea del vento, quando l'imbarcazione vira verso la prua e poi passa ad un'altra virata, alla rotta richiesta.

Quando si effettua una virata, la poppa dello yacht attraversa già la linea del vento e la virata viene cambiata con un brusco cambio di vele, in cui l'attrezzatura e le antenne della nave subiscono carichi dinamici significativi.

Con la capacità di "leggere il vento" e una conoscenza della terminologia nautica, imparerai a sfruttare al meglio il vento, ottenendo la migliore velocità per muoverti nell'acqua.

Se sei interessato al noleggio di yacht in qualsiasi regione del mondo, dovresti approfittare delle attuali offerte di 2yachts - ti aiuteremo a scegliere lo "yacht dei sogni" per te!