Come controllare un diesel quando si acquista uno yacht usato senza avviarlo
Denis Korablev
  • 05.08.2020
  • 96

Come controllare un diesel quando si acquista uno yacht usato senza avviarlo

Quando si acquista uno yacht usato con motore diesel, sorge il problema di verificarlo. Il fatto è che il proprietario che "conosce" il motore può distorcere i problemi attuali così fortemente da fuorviare inavvertitamente anche uno specialista esperto. Allo stesso tempo, è possibile controllare il motore in modo abbastanza accurato anche senza smontarlo. Di seguito diamo suggerimenti con i quali è possibile dare in modo indipendente una valutazione equa delle condizioni di un motore diesel.

Pulizia

La sporcizia è una considerazione importante quando si controlla un motore e non c'è dubbio che la pulizia sia un indicatore di quanto il proprietario precedente se ne prendesse cura. Anche valutando visivamente l'aspetto del proprietario, si possono trarre alcune conclusioni sul suo atteggiamento nei confronti della tecnologia. Mantenere pulito il motore richiede un lavoro serio da parte del proprietario, ispezione e pulizia regolari, non solo il lavaggio delle aree problematiche con detergenti che non rimuovono lo sporco ostinato.

Sarà molto utile avere un registro di manutenzione allegato allo stato esterno pulito del motore. Questi registri, almeno, dovrebbero riflettere tutti i casi di cambio dell'olio e del filtro dell'olio, cambio del filtro del carburante e altri tipi di lavoro con riferimento alle ore del motore in cui sono stati eseguiti. In assenza di un contaore moto sul motore, può darsi che la manutenzione non sia stata effettuata nei tempi previsti.

A sostegno degli atti, puoi chiedere al proprietario dello yacht una relazione orale. I rapporti possono indicare molto, ad esempio: se il proprietario afferma che i filtri del carburante sono stati cambiati anche più spesso di quanto richiesto dalle istruzioni (a causa del fatto che si sono rapidamente intasati), vale la pena chiedere al domanda: quanto è pulito il carburante alimentato dalla nave?

Carburante

La purezza del carburante diesel non merita meno attenzione. Gli elementi del sistema di alimentazione sono i più costosi di tutti i componenti del motore. Qualsiasi problema con il sistema di alimentazione può comportare seri problemi finanziari. Poiché il carburante di bassa qualità è una delle principali cause di guasto del motore, l'impianto di alimentazione deve essere controllato per la corretta manutenzione e pulizia durante il funzionamento dell'imbarcazione. Il controllo più semplice del sistema di alimentazione consiste nel pompare un po' di carburante dal serbatoio vicino al fondo e lasciarlo depositare in una tanica trasparente.

Se, dopo l'assestamento, appare un sedimento sporco sul fondo della lattina, si può sospettare lo stato dell'intero sistema. Esistono due tipi di filtri utilizzati nei motori diesel: grossolani e fini. Se non è presente un filtro grossolano, non dovresti fidarti particolarmente del proprietario dello stato "buono" o "ideale" del motore. Per controllare i filtri, è necessario smontare e prestare particolare attenzione al filtro fine: se è molto sporco, il motore è quasi certamente usurato.

Olio

Sebbene le condizioni dell'olio lubrificante siano indubbiamente un problema per l'acquirente, l'ispezione visiva in realtà fa ben poco. Poiché la fuliggine e le particelle metalliche sono un prodotto comune che viene costantemente emesso quando il motore è in funzione, cambiano ancora il colore dell'olio, di conseguenza, anche l'olio appena sostituito assume una tinta nera. Pertanto, il nero non dovrebbe causare ansia inutile. Vale comunque la pena valutare la viscosità dell'olio prelevandolo dalla punta dell'asta di livello e applicandolo sulla punta delle dita. Se l'olio viene cambiato abbastanza spesso, la macchia d'olio sulle dita si diffonderà e apparirà più chiara e trasparente intorno ai bordi. E se l'olio è stato cambiato raramente, sarà immediatamente visibile per il suo colore nero intenso e si diffonderà molto peggio.

Come notato dagli specialisti 2yachts, un cambio d'olio irregolare può essere segnalato anche da sedimenti neri all'interno superficie del tappo del serbatoio. Il colore cremoso dell'olio indica la presenza di acqua in esso, che indica una perdita del sistema di raffreddamento o la sua condensa (l'acqua è un prodotto naturale del processo di combustione). L'acqua nell'olio è un brutto segno.

Se l'umidità penetra nel sistema di raffreddamento, molto probabilmente ciò si verifica attraverso i punti in cui l'integrità della guarnizione della testata è rotta o attraverso fori corrosivi formati nella camicia di raffreddamento. L'umidità può arrivare anche con l'antigelo, che reagisce con l'olio e forma una pellicola difficile da rimuovere sulle parti del gruppo cilindro-pistone.

Questi metodi disponibili di analisi dell'olio sono molto utili per continuare con l'analisi spettrale di un campione in un ambiente di laboratorio. Ma non è così facile interpretare correttamente i risultati dello studio se non ci sono informazioni sul numero di ore motore lavorate dal motore con olio nuovo. Un quadro abbastanza oggettivo delle condizioni dell'olio può essere ottenuto prelevando un campione per l'analisi da circa la metà del livello con un motore caldo.

Sistema di raffreddamento del motore

Nei motori diesel con sistema di raffreddamento a doppio circuito, il circuito dell'acqua dolce (o antigelo) raramente crea problemi significativi. E una questione completamente diversa è il circuito dell'acqua di mare, poiché qui l'acqua salata calda e vari tipi di metalli entrano in interazione chimica. E nonostante la protezione degli scambiatori di calore con speciali protettori di zinco (anodi), questa parte del sistema soffre ancora spesso di corrosione. Gli scambiatori di calore sono molto costosi, quindi assicurati di ispezionarli per assicurarti che l'anodo di zinco sia intatto e correttamente installato. Questo può essere fatto chiudendo la valvola di alimentazione dell'acqua di mare e svitando il bullone con la protezione. La distruzione dell'anodo non dovrebbe essere più della metà, se l'anodo è semplicemente assente (ha subito una completa dissoluzione), allora viene messa in discussione la prestazione dello scambiatore di calore.

Puoi anche valutare visivamente il sistema di raffreddamento, con l'indicatore più accurato che è l' ingresso dell'acqua di mare sul frigorifero: dovrai rimuovere il tubo di alimentazione dell'acqua di mare e ispezionare l'ingresso. Di norma, se esposto alla corrosione, questo luogo è soggetto a distruzione più velocemente di tutte le altre parti.

Elementi in gomma

Quando si ispeziona lo scambiatore di calore, prestare attenzione alla qualità dei tubi di gomma: controllare che non presentino crepe o rigonfiamenti, aggraffare i tubi a mano per assicurarsi che siano elastici. Controllare che i morsetti siano serrati saldamente. Se trovi tracce di corrosione sulla superficie del morsetto, spostalo di lato e guarda la superficie del tubo di gomma sotto di esso per verificare che non sia danneggiato.

È inoltre necessario scollegare il tubo di scarico dal collettore di scarico e controllare la sua superficie interna - non dovrebbe avere uno strato troppo spesso di depositi carboniosi, altrimenti dovresti aspettarti coking di valvole e fasce elastiche. A causa di perdite costanti, i cuscinetti in gomma di supporto nel supporto del motore si ammorbidiranno, l'isolamento sui fili collasserà e le cinghie diventeranno inutilizzabili, il che comporterà costi significativi per la sostituzione di questi componenti.

Infine, vale la pena controllare la tenuta dell'albero dell'elica. Eventuali tracce di perdite possono indicare una cura del motore insufficiente o un allineamento diesel improprio (che è molto peggio). Se viene rilevata una perdita qui, puoi provare a eliminarla semplicemente stringendo la ghiandola e, se fallisce, questi tentativi dovrebbero essere abbandonati.

Dopo il sondaggio, il motore può essere avviato, l'avviamento a freddo può dire molto sulle sue condizioni, ad esempio sull'usura dei cuscinetti a rullini, delle fasce elastiche, ecc.

Se sei interessato al noleggio di yacht in una delle regioni che hai scelto, 2yachts è pronta ad offrirti opzioni dai proprietari diretti, basta contattare i nostri specialisti per ottenere un supporto completo in tutte le fasi della transazione. Vi auguriamo una vacanza di successo!