Equipaggiamento di salvataggio sullo yacht
Denis Korablev
  • 04.08.2021
  • 123

Equipaggiamento di salvataggio sullo yacht

Come ha dimostrato la pratica, il miglior mezzo di salvataggio su uno yacht è lo yacht stesso. Per questo motivo, è necessario lottare per la sopravvivenza della tua nave fino all'ultima opportunità. Esiste persino una disciplina speciale: SVM (sicurezza della vita in mare), tutti i marinai professionisti vengono addestrati. L'equipaggio è addestrato alla capacità di combattere per la sopravvivenza della nave e di lasciarla solo in caso di morte visibile e inevitabile.

Non sono rare le storie in cui gli yacht abbandonati dall'equipaggio sono rimasti a galla anche durante una forte tempesta. La tempesta più forte, di 11 punti, ha costretto gli equipaggi di 24 yacht a lasciare frettolosamente le loro barche (1979, regata Fastnet). Solo 5 yacht sono affondati, il resto è rimasto a galla, senza la partecipazione di velisti. Non dovresti cercare un argomento più convincente che confermi l'elevata affidabilità degli yacht.

Tuttavia, ogni yacht a vela deve essere dotato di zattere di salvataggio e giubbotti di salvataggio personali.

A seconda della capacità e delle dimensioni, le moderne zattere gonfiabili possono essere piuttosto pesanti, da 25 a 75 chilogrammi. Quando si accetta uno yacht, è imperativo pensare alle vie di evacuazione e nominare anche almeno due membri dell'equipaggio fisicamente forti responsabili dello spostamento della zattera di salvataggio e del suo varo. Allo stesso tempo, è estremamente importante assicurarsi che non ci siano disordine e interferenze sul modo di consegnare la zattera alla tavola. Il responsabile della zattera, come il resto dell'equipaggio, è tenuto a memorizzare le istruzioni dettagliate riportate sull'imballaggio della zattera. Ogni membro dell'equipaggio dovrebbe sapere come azionare il gonfiatore di anidride carbonica della zattera. Per iniziare l'inizio del riempimento della zattera con il gas, è sufficiente selezionare la linea prima di allungarla e tirarla bruscamente: la zattera inizierà a gonfiarsi (tempo di gonfiaggio - fino a un minuto).

L'esperienza dell'evacuazione dell'equipaggio in situazioni di emergenza ha dimostrato che la zattera dovrebbe essere lasciata cadere esclusivamente dal lato sottovento. Ciò facilita l'imbarco e protegge la zattera dalle raffiche di vento. In caso contrario, la collisione della zattera con la fiancata della nave in pericolo renderebbe l'evacuazione estremamente pericolosa per la vita.

Il membro più esperto e massiccio dell'equipaggio è il primo a salire a bordo della zattera, stabilizzando la zattera sull'onda e assistendo fisicamente il resto dell'equipaggio nel caricamento. Tutti sulla zattera devono indossare giubbotti di salvataggio sopra gli indumenti.

Il diportista deve ricordare che l'ipotermia è una causa comune di morte in mare. Avere vestiti caldi e cercare di non cadere in acqua sono gli ingredienti del successo della salvezza di ogni marinaio.

Se si verifica una situazione in cui è possibile utilizzare una zattera di salvataggio, questa deve essere preparata e presidiata. In una speciale borsa impermeabile (Dry Bag o Grab Bag), vengono assemblati una stazione VHF (manuale), EPIRB (beacon radio di emergenza), SART (beacon risponditore), chartplotter GPS, set pirotecnico per l'invio di segnali di soccorso. La zattera di salvataggio include un corno da nebbia e una torcia, un kit di pronto soccorso e una scorta di acqua e cibo. Anche la selezione del cibo è importante. Il cibo dovrebbe essere carbonioso, poiché la scomposizione del cibo proteico richiede molta acqua e la mancanza di acqua è la seconda ragione (dopo l'ipotermia) della morte delle persone in alto mare.

Gli effetti personali (cellulari, documenti personali, carte di credito e contanti), tutti sulla zattera, devono tenerli con sé, avendo preparato tutto in anticipo.

Immediatamente dopo che l'equipaggio è stato caricato, viene verificata la presenza di tutti i membri e solo dopo viene tagliata l'imbracatura. Un coltello speciale (Safety Knife), che viene riposto nel fodero quando si entra nella zattera, è progettato proprio per questo scopo. Per evitare danni alla zattera da fuoco (in caso di incendio), o da un longherone, è necessario scavare lo yacht con l'aiuto di remi a distanza di sicurezza. Quindi danno l'ancora galleggiante e chiudono l'ingresso. L'ancora girerà la zattera sul lato sottovento, proteggendo l'ingresso dal vento e dalle onde. L'aerazione della zattera viene effettuata ogni mezz'ora.

Con tutta l'affidabilità della zattera di salvataggio, va ricordato che la salvezza dello yacht è il compito primario dell'equipaggio, perché la migliore zattera è una nave affidabile, per la cui sopravvivenza deve essere combattuta fino alla fine.