Grecia e Montenegro apriranno la stagione turistica a luglio
Denis Korablev
  • 12.05.2020
  • 115

Grecia e Montenegro apriranno la stagione turistica a luglio

Le autorità greche hanno in programma di aprire l'accesso ai turisti dall'inizio di luglio, ci ha detto la CNN. Naturalmente, per la maggior parte dei nostri cittadini, il fascino dei resort greci non è un segreto, ma a causa della diffusione dell'infezione da coronavirus, per molti visitare la Grecia può sembrare un sogno lontano.

La Grecia è un paese attraente per i diportisti di tutto il mondo, grazie alla sua costa frastagliata con molte baie, isole e porti appartati. La Grecia ha la costa più lunga d'Europa, mentre i porti turistici sono generalmente poco attrezzati e dispongono di servizi minimi. Allo stesso tempo, c'è una vasta selezione di yacht a noleggio in noleggio, ci sono varie condizioni per lo yachting, ci sono molte isole e c'è un'ampia scelta di percorsi di varia lunghezza e difficoltà, e la maggior parte delle spiagge sono contrassegnate dal marchio di qualità Bandiera Blu. Se hai intenzione di noleggiare o acquistare uno yacht, ti consigliamo di contattare i professionisti della compagnia 2yachts: abbiamo sempre nuove offerte per tutti i gusti!

La Grecia ha mostrato un ritmo raro in Europa nella lotta contro il coronavirus: a condizione che siano state adottate tutte le misure di quarantena, è stato possibile mantenere l'incidenza e il tasso di mortalità a un livello relativamente basso (solo 150 persone nel paese sono morte a causa del coronavirus) . Già nelle prime settimane di maggio hanno aperto in Grecia parrucchieri, saloni di bellezza e librerie. Secondo il primo ministro del paese Kiriyakis Mitsotakis, nell'estate del 2020 lo stato sta lanciando un modello di " ritorno cauto dei turisti". Con l'apertura della stagione, il rischio che i malati visitino le località greche aumenterà inevitabilmente, ma il capo del governo spera che l'attuale regime di test riduca significativamente questo rischio, se non lo riduca al minimo.

In questo momento, ogni passeggero in arrivo nel paese viene sottoposto a test per COVID-19 e i risultati del test possono essere ottenuti dopo 2 ore. Inoltre, all'arrivo nella capitale greca - Atene, i viaggiatori devono compilare un modulo individuale con le informazioni sul prossimo itinerario di viaggio, in modo che se succede qualcosa, se a un turista viene diagnosticata una malattia, il le autorità possono tracciare la cerchia dei conoscenti degli infetti con l'infezione.

Kyriakis Mitsotakis spera che la Grecia riprenda a ricevere turisti dal 1° luglio, sperando in turisti più ricchi, perché la maggior parte delle compagnie aeree low cost non è in grado di ripristinare le proprie attività così rapidamente.

Si noti che la quota del turismo nel reddito totale del paese è di circa il 20%, nel 2018, 31 milioni di turisti hanno visitato la Grecia, che è 3 volte più della popolazione del paese stesso. Almeno il 25% dei greci lavora in aree legate al turismo in un modo o nell'altro.

Anche il Montenegro si prepara a ricevere il flusso di turisti dal 1 luglio, nonostante la minaccia esistente di un'ulteriore diffusione del coronavirus. Questo paese ha un piccolo numero di isole eccezionali e una breve costa, vale la pena menzionare la baia di Kotor come luogo eccellente per lo yachting - qui non ci sono grandi onde e i venti sono chiusi grazie alla vicina montagne. Inoltre, le condizioni per il noleggio di yacht sono molto migliori qui che in molti altri paesi europei. Secondo il primo ministro Dusko Markovic, il Paese è pronto ad aprire una nuova stagione turistica in un futuro molto prossimo. Solo sarà necessario seguire le misure prescritte dalle autorità sanitarie, tra cui misure per la sicurezza igienico-sanitaria per alberghi e alberghi, esercizi di ristorazione, spiagge e altre aree pubbliche. Allo stesso tempo, il governo insegna al Montenegro come un paese senza il virus COVID-19. Principalmente, il governo fa affidamento sui turisti dalle terre di confine della Bosnia e della Serbia. Si noti che da diversi giorni non si registrano nuovi casi di infezione da coronavirus in Montenegro e, in totale, nel Paese sono stati confermati più di 300 casi di infezione e 9 decessi.